I Filler sono sostanze che iniettate nelle rughe le sollevano e quindi le attenuano, sono di due tipi:

 

  • Filler permanenti, formati da materiale che tende a restare, quindi non riassorbibili;
  • Filler temporanei (acido ialuronico, collagene) cioè formati da sostanze che tendono a riassorbirsi nel tempo.

 

Nella scelta dei Filler è sempre bene orientarsi su una molecola di tipo temporaneo, in quanto le sostanze permanenti possono andare incontro a fenomeni di rigetto.
Altra considerazione da fare è che non si può avere la pretesa di fermare il tempo con sostanze permanenti in quanto il viso comunque tende ad invecchiare. L’inserimento di una sostanza non riassorbibile se nell’immediato da un risultato, visto in proiezione di 5-10-15 anni potrebbe esitare in un dimorfismo, cioè deformare il viso.

Il Filler di tipo temporaneo più usato è l’acido ialuronico.
L’acido ialuronico è una sostanza prodotta dal nostro corpo, che quando la si inietta reidrata la pelle e stimola i fibroblasti a produrre elastina e collagene.
Tende a riassorbirsi completamente nell’arco di 10 mesi. Per il mantenimento si ricorre ai cosiddetti ritocchi da effettuarsi ogni ¾ mesi.